Dopo … o Adesso …

Ecco un pezzo diffuso nel web da diverse fonti e quindi di difficile assegnazione. Pare anonimo. Quel che conta è il contenuto e la sintonia con quanto proponiamo in questo blog. La proposta specifica ci viene da un nostro caro Amico, Fabio Mazzola di Schio.

Fabio Mazzola 20180626_081227

Il tempo non si trattiene. La vita è un compito da fare e che ci portiamo a casa. 
Quando uno guarda e… sono già le sei del pomeriggio. 
Quando uno guarda ed è già venerdì. 
Quando uno guarda ed è finito già il mese. 
Quando uno guarda ed è già finito un anno. 
Quando uno guarda e già sono passati 50 o 60 anni. 
Quando uno guarda e si accorge di aver perso un amico. 
Quando uno guarda l’amore della propria vita andarsene e accorgersi che è tardi per tornare indietro… 

Non smettere di fare qualcosa che ti piace per mancanza di tempo, non smettere di avere qualcuno accanto a te o di goderti la solitudine. Perché i tuoi figli subito non saranno più tuoi e dovrai fare qualcosa con questo tempo che resta. In quanto l’unica cosa che ci mancherà sarà lo spazio che solo si può godere con gli amici di sempre, quel tempo che purtroppo non torna più. 

Prova ad eliminare il “dopo”… 
dopo ti chiamo… 
dopo lo faccio… 
dopo lo dico… 
dopo io cambio.. 
ci penso dopo… 

Lasciamo tutto per dopo come se il dopo fosse il meglio, perché non capiamo che: 
dopo il caffè si raffredda… 
dopo la priorità cambia… 
dopo l’incanto si perde… 
dopo il presto si trasforma in tardi… 
dopo la malinconia passa… 
dopo le cose cambiano… 
dopo i figli crescono… 
dopo la gente invecchia… 
dopo le promesse si dimenticano… 
dopo il giorno é notte… 
dopo la vita finisce… 

Non lasciare niente per dopo perché nell’attesa del dopo puoi perdere i migliori momenti, le migliori esperienze, i migliori amici, i migliori amori… 

Ricordati che il dopo può essere tardi, il giorno è oggi, non siamo più nell’età in cui ci è permesso di posticipare.

Anonimo

.

tempo-passa-627x376

 


 

L’arte della presenza e dell’ascolto

L’arte della presenza e dell’ascolto

167165-028

Bisogni, valori e motivazioni, emozioni e sentimenti, elementi base della relazione d’aiuto sono alcune delle tematiche affrontate nel VII percorso per volontari dell’ascolto nell’ambito del lutto.

A Vicenza, in sede Caritas Vicentina, a partire dal 28 febbraio 2018 con dott.ssaViviana Casarotto, psicologa.

IMG-20170202-WA0000     logo-caritas-nuovo1